Bigiotti a Venezia come relatore di un prestigioso master internazionale sul turismo

Bigiotti a Venezia come relatore di un prestigioso master internazionale sul turismo

Il sindaco di Bagnoregio: “Stiamo seminando, ragionando in un’ottica globale”

Francesco Bigiotti tra i relatori del Master in Urban Heritage and Global Tourism promosso dall’Università Iuav di Venezia. Giovedì 26 aprile Bigiotti ha tenuto la sua lezione, incentrata su quello che ormai tutti chiamano “modello Civita”, nella splendida sede sul Canal Grande. Insieme al sindaco di Bagnoregio anche il professor Ricca, intervenuto in videoconferenza da Singapore. al master di venezia

Una partecipazione significativa, che fa onore all’intera Tuscia. Territorio straordinario che sta guardando, anche grazie agli importanti segnali arrivati proprio da Bagnoregio, a un possibile sviluppo turistico come volano dell’economia locale.

“Portare il nostro territorio come esempio in contesti di prestigio internazionale come questo della Iuav di Venezia è estremamente importante. Ci permette di essere al centro e raccontare quanto abbiamo e quanto abbiamo fatto alla futura classe dirigente di architetti, paesaggisti, esperti di turismo. Stiamo seminando, ragionando in un’ottica globale”. Le parole del sindaco Bigiotti.

IlMaster in Urban Heritage and Global Tourism è promosso dall’Università Iuav di Venezia, in collaborazione con WHITRAP Shanghai e con il patrocinio dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e dell’UNESCO. Partecipano al progetto anche la Luiss di Roma e l’Università degli Studi di Verona, che collaborano con il Master attraverso la presenza di loro qualificati docenti.

L’obiettivo del percorso di specializzazione è formare competenze professionali capaci di gestire il conflitto tra chi tradizionalmente si occupa di turismo e chi di valorizzazione del patrimonio urbano. È un’esperienza pilota avviata dall’Università IUAV di Venezia in sinergia con un pool di professionisti che condividono con gli studenti competenze e network utili per conoscere i mestieri del domani e le declinazioni di un’attività che sempre più spesso richiede contaminazioni.

Il Master è rivolto a laureati in architettura, pianificazione territoriale, ingegneria, design, lettere ed economia.

Tra gli invitati alle lezioni nomi noti che provengono da diversi ambiti legati al turismo e al patrimonio urbano, sia istituzionali che del mondo delle professioni, come Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme, Gianluca Laterza, senior territory manager Tripadvisor, Giovanni Formiglio, coordinatore comunicazione integrata Agenzia del Demanio, ma anche lo chef Giancarlo Perbellini e il fotografo Massimo Sestini, insieme a sociologi, giornalisti, storici. Senza dimenticare la professoressa Huong Pam Thi, responsabile Unesco in Vietnam, il professor Liu Thai Ker, urbanista capo di Singapore e il professor Francesco Bandarin, già vice direttore generale cultura dell’Unesco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
Infopoint h24 (beta)