Il Melograno bianco

Il Melograno Bianco, Sara e Fernando fanno rivivere l’antica tradizione della ceramica bagnorese

Al Belvedere Falcone e Borsellino si smalta, decora e cuoce l’argilla. C’è anche un forno che trasforma tutto in ceramica ed è tornato a bruciare per riportare in vita un’antica tradizione artigiana bagnorese. L’impresa ha i volti belli di Sara e Fernando. Sorriso sempre fresco e qualche posa per regalare foto d’autore ai tanti turisti, provenienti da tutto il mondo, che vengono per ammirare la bellezza di Civita e finiscono per rimanere stregati dal Melograno Bianco. Un laboratorio artigiano e punto vendita al tempo stesso.

Entrando puoi trovare Sara Arcangeli e Fernando Ferretti al lavoro. Ti salutano e sono pronti a raccontarti come nasce tutto quello che è in esposizione: dai vasi etruschi (davvero straordinari) alle brocche e piatti e tanto altro con disegnata “la città incantata”.

Negli stessi locali anche trenta anni fa c’era un laboratorio di ceramica. Rimase chiuso per diverso tempo poi i due artigiani-artisti, insieme all’amica Simonetta Paolucci, hanno deciso di rimettere in funzione tutto. Sono passati tre anni e che le cose vanno bene lo si capisce dai sorrisi. Tedeschi e americani sono i più interessati, anche se gli asiatici sono quelli che portano via più foto.

“Lavoriamo tanto anche con le persone del posto – raccontano -. Realizziamo infatti prodotti personalizzati e questo piace molto”. Così il Melograno Bianco ogni giorno è parte del successo turistico di Bagnoregio e della sua Civita.  

 

Translate »
Infopoint h24 (beta)