Il sindaco di Palermo ed il modello Civita


Leoluca Orlando: “A Palermo iniziamo a fare quello che Civita di Bagnoregio fa da diverso tempo”

Il sindaco Bigiotti in Sicilia per raccontare i successi del suo territorio al convegno voluto dal colosso internazionale Airbnb

“A Palermo iniziamo a fare quello che fa Civita di Bagnoregio da diverso tempo, con sorprendenti risultati. Anche noi abbiamo iniziato a raccontarci, a raccontare la bellezza del nostro territorio in giro nel mondo”. Queste le parole del sindaco Leoluca Orlando alla presentazione palermitana del progetto ‘L’Airbnb dei Borghi’. bigiotti a Palermo

In sala, questa mattina, – insieme al cofondatore di Airbnb Joe Gebbia, al sottosegretario dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dorina Bianchi – il primo cittadino di Bagnoregio Francesco Bigiotti e il suo vice Luca Profili.

Il progetto sui borghi italiani, patrocinato dall’Anci e sviluppato in collaborazione con il Mibact, prevede il lancio del portale turistico Italian Villages (www.italianvillages.byairbnb.com). Piattaforma che nasce con l’idea di offrire la possibilità di scoprire e soggiornare in alcuni dei borghi più belli d’Italia.

Infine, Airbnb ha dato vita a un progetto di riqualificazione di edifici a proprietà pubblica all’insegna del design che riguarda tre comuni di cui uno è Sambuca di Sicilia, già nominato borgo più bello d’Italia nel 2016. I locali interessati dal progetto a Sambuca sono quelli del Museo Archeologico locale. Un’operazione, questa del recupero di edifici pubblici significativi, che ha avuto inizio proprio a Bagnoregio con la riqualificazione di Casa Greco a Civita e la nascita della Residenza d’Artista. 

“Civita è un modello riconosciuto e apprezzato negli ambienti più significativi dove si affronta il tema dello sviluppo turistico dei territori – commenta il sindaco Bigiotti -. L’incontro di Palermo, organizzato da una realtà internazionale importante come Airbnb, a cui siamo stati invitati, rappresenta l’ennesima conferma. Siamo stati precursori di alcune strategie che ora vengono prese come riferimento per altri borghi italiani. Siamo sulla strada giusta e dobbiamo continuare a inseguire la qualità e lavorare bene sulla comunicazione e valorizzazione dell’eccellenza che il nostro territorio è in grado di offrire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *