Opera teatrale per Civita di Bagnoregio

Quartieri dell’Arte a Bagnoregio con uno spettacolo di respiro europeo

Quattro emergenti drammaturghi mettono in scena un’opera appositamente pensata per il borgo

Quartieri dell’Arte a Civita di Bagnoregio, piazza San Donato, domenica 26 agosto alle ore 20. In scena ‘And So My Face Became My Scar’ (“E così il mio volto diventò cicatrice”), per la regia di Joele Anastasi. Scritto dallo stesso e Rasim Erdem Avsar, Emily Gillmor Murphy e Danielle Pearson. Una prima nazionale in coproduzione con il Teatro Bellini di Napoli. 

‘And So My Face Became My Scar’ è un ibrido tra un evento teatrale, una serie televisiva e una mostra d’arte. Lo spettacolo si scompone in quattro momenti distanziati spazialmente e temporalmente. Chi lo vedrà avrà la sensazione di vedere un corpo e poi di entrarci dentro con una sorta di sondamicroscopio.

Il progetto nasce dall’incontro tra i drammaturghi vincitori della EUCP Playwriting Competition in memoria di Matteo Latino, nel quadro del progetto Eu Collective Plays cofinanziato dal programma Creative Europe dell’Unione Europea. 

La prima parte del progetto approda a una creazione site specific pensata per il borgo di Civita di Bagnoregio, con contributi testuali di questi quattro giovani autori che nell’ultimo anno hanno iniziato a lavorare per alcune delle più eccitanti Compagnie internazionali emergenti e consolidate. Il percorso si sviluppa in quattro quadri: mistero, arte, potere o ragione, rivoluzione; sotto forma di celebrazione e affronta il rapporto tra individualità e collettività accompagnando gli spettatori in un viaggio iniziatico ricco di spiazzanti simboli. 

Il Comune di Bagnoregio, rappresentato dal sindaco Francesco Bigiotti, è stato protagonista alla conferenza stampa romana di presentazione dell’edizione 2018 di Quartieri dell’Arte. Importante il 

parterre delle presenze istituzionali: l’ambasciatore del Benin in Italia Evelyn Togbe Olory, Monsignor Philip Whitmore, Rettore del Venerabile Collegio Inglese, il più antico archivio inglese del mondo al di fuori dell’Inghilterra, Gianni Dessì, presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca, nata nel Cinquecento dal dibattito sulle arti tra Michelangelo Buonarroti e Benedetto Varchi, e il sindaco di Vitorchiano Ruggero Grassotti. 

“Abbiamo investito risorse in cultura e comunicazione e ora l’intero pianeta conosce Civita di Bagnoregio – così il sindaco Bigiotti -. Quella con Quartieri dell’Arte è una collaborazione strategica che ci ha portato in contatto e a lavorare in sinergia anche con l’Accademia di San Luca. Insieme porteremo avanti una mostra importante, che inizierà a metà ottobre, e che è stata pensata per stimolare i flussi turistici ad aumentare la permanenza nel nostro territorio e a visitare anche il centro di Bagnoregio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate
Infopoint h24 (beta)